Istituto

L’Istituto Comprensivo Pescara 7 riunisce le scuole dell’infanzia “Colle Pineta” e “Rione San Donato”, le scuole primarie “11 febbraio ‘44” e “Raffaele Laporta” e la scuola secondaria di I grado “Luigi Antonelli” per un totale di circa 1050 alunni dai 3 ai 14 anni.

Le sedi sono ubicate nel quartiere universitario e giudiziario della città, in una zona ricca di servizi, e sono tutte facilmente raggiungibili anche con i mezzi pubblici.

Le scuole presentano una composizione eterogenea della popolazione scolastica, come si evince dalla lettura del rapporto ESCS restituito nell’ambito dei dati Invalsi. In particolar modo nella scuola dell’infanzia e primaria il background familiare spazia da un livello alto e medio- alto a un livello medio-basso. Nella scuola secondaria di I grado risulta complessivamente medio-alto. Tenendo conto delle diversità socio-economico e culturali che presentano i plessi, l’Istituto articola un progetto educativo che mira al conseguimento del successo formativo da parte di tutti gli alunni, facendo leva sulla personalizzazione e sull’inclusione per offrire a tutti pari occasioni di costruzione delle conoscenze e delle competenze, di dignità sociale, di valorizzazione delle diversità e dei rispettivi talenti, al fine di dare una risposta concreta ai bisogni formativi degli alunni, primi tra tutti

  • il bisogno di vivere a scuola un clima di benessere, di ascolto e di accettazione reciproci;
  • il bisogno di maturare autostima e fiducia nelle proprie capacità e di sperimentare il successo scolastico per la costruzione di un progetto positivo di vita;
  • il bisogno del riconoscimento del diritto all’errore;
  • il bisogno di stare insieme, stabilire legami ed acquisire la consapevolezza della necessità delle regole nelle relazioni interpersonali per partecipare alla vita sociale in una dimensione democratica;
  • il bisogno di vivere a scuola il piacere di giocare, di scoprire, sperimentare, conoscere;
  • il bisogno di usare con consapevolezza le tecnologie della comunicazione;
  • il bisogno di sperimentare conoscenze e abilità acquisite in situazioni reali.

L’offerta formativa delineata per i tre ordini di scuola tiene pertanto conto dei diversi contesti e bisogni formativi e si caratterizza per una progettualità fondata sulla costruzione di conoscenze, competenze disciplinari e competenze di cittadinanza trasversali, che spazia dalla promozione alla lettura al potenziamento delle competenze logico-matematiche, dall’educazione ambientale all’innovazione digitale, dalla promozione dello sport all’educazione alla legalità, con un significativo coinvolgimento del Comune e degli enti locali, dei musei cittadini e delle diverse associazioni culturali, sportive e di promozione sociale, di volontariato, oltre ad altre istituzioni scolastiche per la realizzazione di percorsi in rete. Vengono inoltre attivati percorsi di recupero e di potenziamento così come di valorizzazione delle eccellenze.

Anche i punteggi conseguiti nelle Prove Invalsi 2017/2018 confermano la validità dei percorsi educativi e formativi proposti dall’Istituto:

  • gli alunni delle classi seconde di scuola primaria hanno ottenuto risultati significativamente superiori all’area Abruzzo – Sud ed Italia sia nella prova di italiano che in quella di matematica;
  • gli alunni delle classi quinte di scuola primaria nelle prove di Reading e Listening di lingua inglese e nella prova di italiano hanno fatto registrare risultati significativamente superiori rispetto a Sud ed Italia.

Gli alunni della scuola secondaria di primo grado “L. Antonelli” nelle rilevazioni nazionali 2017/2018, hanno conseguito i seguenti risultati, confermando il trend positivo degli ultimi anni:

  • nella prova di inglese READING l’Istituto ha raggiunto un punteggio pari a quello dell’Abruzzo e dell’Italia, e superiore a quello del Sud;
  • nella prova di inglese LISTENING ha raggiunto un punteggio pari a quello dell’Abruzzo, superiore a quello del Sud e leggermente inferiore a quello dell’Italia;
  • nella prova di ITALIANO ha raggiunto un punteggio pari a quello dell’Abruzzo e superiore a quello del Sud e dell’Italia;
  • nella prova di MATEMATICA ha raggiunto un punteggio pari a quello dell’Abruzzo e superiore a quello del Sud e dell’Italia.

Resta da colmare la differenza che ancora si riscontra tra le diverse classi, puntando su una uniformità degli esiti in particolar modo nelle prove di italiano e matematica somministrate nella scuola primaria.

Un punto di forza è il pieno coinvolgimento dei docenti nella definizione dei percorsi formativi attraverso una progettazione partecipata e personalizzata dei curricoli disciplinari, anche attraverso il confronto e la condivisione costanti in gruppi di lavoro e di supporto, o in attività di monitoraggio, valutazione e orientamento. Le famiglie inoltre si mostrano generalmente disponibili a farsi coinvolgere in tutte le diverse attività educative e formative e a collaborare attivamente alla realizzazione delle diverse iniziative.

Numerose sono le esperienze scolastiche ed extrascolastiche che favoriscono l’aggregazione e la socializzazione degli studenti, anche attraverso la collaborazione attiva delle associazioni che promuovono attività culturali, ricreative e sportive gratuite sia nelle stesse scuole che in strutture esterne.

I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network. Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Chiudi